Cammino Discepolo in Terra Santa

Cammino Discepolo in Terra Santa

830,00

PROGRAMMA A PIEDI LUNGO LA TERRA SANTA

Il Sentiero del Discepolo programmi 2019 in preparazione

Mappa Tour

Product Description

Cammino Discepolo in Terra Santa

IL SENTIERO DEL DISCEPOLO

A PIEDI IN TERRA SANTA 


 

Partenze 2019 

15/27 maggio

12/25 agosto

16/29 ottobre

 MAGGIORI INFORMAZIONI


 

 PROGRAMMA 2018 STAMPABILE


 

GUARDA QUI TUTTE LE ALTRE NOSTRE PROPOSTE

PER LA TERRA DEL CRISTO RISORTO

Se desideri conoscere la Chiesa Cattolica in loco puoi consultare il sito del Patriarcato di Gerusalemme

 


 

Cari amici amanti dei cammini

avete sentito parlare più di una volta Silvano Mezzenzana direttore di Duomo Viaggi di Milano, del suo sogno di un sentiero di cammino in Terra Santa che percorra il tragitto da Nazareth in Galilea a Gerusalemme in Giudea. È un progetto che non vuole sostituisce vie come quello del Jesus Trail (in Galilea), ma ha l’ambizione di costruire una “dorsale diretta”, attraverso la Samaria, per raggiungere Gerusalemme. Su questa si possono innestare tutte le varianti che ciascuno preferisce o ritiene necessarie.

Siamo finalmente pronti per organizzare pellegrinaggi a piedi su misura per voi.

Richiedeteci un preventivo.

 

Gli amici del Sentiero del Discepolo.

 

 

Cammino Discepolo in Terra Santa

Cammino Discepolo in Terra Santa

         

Se desideri conoscere la Chiesa Cattolica in loco puoi consultare il sito del Patriarcato di Gerusalemme

ORGANIZZAZIONE TECNICA: DUOMO VIAGGI MILANO

Cammino Discepolo in Terra Santa

ALCUNI PASSI DELLE TESI MARCO PONTICELLI SULLA TERRA SANTA CHE POTETE RICHIEDERCI

Il pellegrinaggio biblico ha dunque per meta Gerusalemme, il luogo che Dio si è scelto, ovvero il santuario che più ha resistito ai rovesci della storia. Oggi, infatti, dopo 3000 anni, gli Ebrei continuano ad augurarsi durante la veglia di Pasqua: “L’anno prossimo a Gerusalemme!”. Vi sono poi gruppi di fanatici i quali tentano ancora di porre la prima pietra per la ricostruzione del tempio.

Il pellegrinaggio biblico a Gerusalemme non fu mai un evento individuale, poiché la distanza notevole da coprire a piedi, con tutti i rischi connessi al brigantaggio, obbligava ad organizzarsi in comitive numerose.

Diventava un fatto corale, mobilitava energie ed entusiasmi, era sognato, idealizzato, cantato: Quale gioia quando mi dissero: Andremo alla casa del Signore. E ora i nostri piedi si fermano alle tue porte, Gerusalemme; Voi innalzerete il vostro canto come nella notte in cui si celebra una festa; avrete la gioia nel cuore come chi parte al suono del flauto, per recarsi al monte del Signore, alla Roccia di Israele.

La condivisione delle fatiche e dei rischi, come pure degli slanci e della gioia intima e festosa, creava legami forti tra i pellegrini: tu, mio compagno, mio amico e confidente; ci legava una dolce amicizia, verso la casa di Dio camminavamo in festa.

Gerusalemme stessa, meta agognata, è nella Bibbia idealizzata e diventa il simbolo della presenza e della protezione divina: Chi confida nel Signore è come il monte Sion: non vacilla, è stabile per sempre. I monti cingono Gerusalemme: il Signore è intorno al suo popolo ora e sempre, e ancora: Grande è il Signore e degno di ogni lode nella città del nostro Dio. Il suo monte santo, altura stupenda, è la gioia di tutta la terra. Il monte Sion, dimora divina, è la città del grande Sovrano. Dio nei suoi baluardi è apparso fortezza inespugnabile. D’altra parte, i Giudei avevano già commesso l’errore di considerare il Tempio un talismano, una protezione automatica, un accumulatore di sacro efficace di per sé, indipendentemente dalle scelte dei suoi beneficiari.

Cammino Discepolo in Terra Santa

 

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Cammino Discepolo in Terra Santa”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *